Grandi patriarchi 5. Grande saggio, nonno faggio

Dalla Valle d'Aosta alla Puglia, quinta tappa di un viaggio entusiasmante alla scoperta dei più monumentali alberi storici della Penisola.

-

Grandi patriarchi 5. Grande saggio, nonno faggio

Dalla Valle d'Aosta alla Puglia, quinta tappa di un viaggio entusiasmante alla scoperta dei più monumentali alberi storici della Penisola.

Il faggio di Pontone

Età stimata: plurisecolare
Faggio (Fagus sylvatica Linné)
Comune: Villetta Barrea (Aq), località Passo Godi
Circonferenza del tronco: 8,60 m. Altezza: 24 m.

Questo faggio cresce nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise all’interno di una fitta faggeta in località Pontone, luogo raggiungibile percorrendo la strada che unisce Villetta Barrea a Scanno in prossimità del Passo Godi. La sua individuazione non è difficile, trovandosi ad appena cinque minuti di cammino dalla strada asfaltata lungo un sentiero che si inoltra nel bosco. L’enorme tronco è probabilmente originato da più fusti cresciuti dalla medesima e vecchia ceppaia e poi intimamente saldatisi fra loro con la progressiva crescita. La caratteristica di questa specie e di altre essenze forestali come il castagno, il carpino e alcune querce, è infatti quella di emettere “polloni” come risposta al taglio, ossia rami che si sviluppano direttamente ai piedi dell’albero, a volte anche direttamente dalla radice. L’età è di difficile determinazione, ma potrebbe essere di almeno alcuni secoli. Nelle sue vicinanze altri grossi faggi, secolari, ma più giovani del grande Patriarca vegetale, attendono di sostituire il colossale albero che è probabilmente il “padre” e il “nonno” di tutti i faggi di questa porzione del bosco.

(Articolo tratto dalla mostra “Patriarchi della natura – Alberi straordinari d’Italia”. Ideata e curata da Fondazione Bracco e Associazione Patriarchi della Natura, e ospitata da Triennale Milano dal 14 luglio al 22 agosto 2021, la mostra fotografica – a ingresso libero – propone un itinerario da Nord a Sud nell’Italia più verde, alla scoperta di stupefacenti opere d’arte naturali: alberi secolari o millenari, testimoni della nostra storia)

Link e approfondimenti
• Il catalogo della mostra.

Il video

Le vibrazioni di una ragnatela trasformate in suoni, progetto di sonificazione realizzato al MIT di Cambridge, Usa (Ian Hattwick, Isabelle Su, Christine Southworth, Evan Ziporyn, Tomás Saraceno e Markus Buehler).

Primo piano

In evidenza

Il viaggio di Josway

Dal Pantheon di Roma al cuore delle stelle più estreme, cronaca dei primi dieci giorni di cammino di un sito appena nato.

Categorie più popolari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Recent comments