Nel cuore del mistero (Parte 9)

Nona tappa di un percorso che ci accompagna nel più estremo dei viaggi. Quello all'interno di un buco nero.

-

Nel cuore del mistero (Parte 9)

Nona tappa di un percorso che ci accompagna nel più estremo dei viaggi. Quello all'interno di un buco nero.

Per poter andare oltre, la nostra fantasia si fa sempre più spinta, il pensiero più audace. Immaginiamo allora di sopravvivere all’orizzonte interno, e di proseguire imperterriti nel viaggio. Che cosa troveremmo? A quel punto avremmo di fronte a noi il punto più importante ed emblematico di ogni buco nero, per certi aspetti la sua essenza. E cioè la singolarità in cui si concentra tutta la materia che lo compone. Una singolarità non è qualcosa che ci aspettiamo esista davvero in natura, è piuttosto un concetto matematico che risulta inevitabilmente dalle equazioni di Einstein, così come l’idea di punto del tutto privo di dimensioni della geometria euclidea è un’idea astratta che non trova eguali in natura. Ogni cosa, in natura, ha infatti un volume, per quanto piccolo possiamo essere, anche se le idee astratte di punto, linea e superficie certamente ci possono essere utili per descrivere e raccontare fenomeni fisici che avvengono concretamente attorno a noi.

The Milky Way glitters brightly over ALMA
La Via Lattea sopra le antenne del radiotelescopio ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), in Cile. Questo osservatorio fa parte della collaborazione Event Horizon Telescope, che ha effettuato la prima foto di un buco nero (ESO/B. Tafreshi, twanight.org).

Da dove si arriva?

In assenza di rotazioni, la singolarità di un buco nero è un punto geometrico di dimensioni nulle e di densità infinita, perché nessuna resistenza fisica – come le forze interne che determinano l’incomprimibilità dei corpi materiali – può opporsi alla forza gravitazionale che lì domina ogni cosa.

In un buco nero rotante, invece, la singolarità è un punto circondato da un cerchio. Se si raggiunge la singolarità lungo l’asse di rotazione, si arriva a un punto. Al contrario, se vi sia arriva di lato come nel nostro caso, si troverà un cerchio.

(Tratto dall’ebook Viaggio all’interno di un buco nero – continua)

CoverI Buco Nero
La cover dell’ebook “Viaggio all’interno di un buco nero”, da cui è tratto questo articolo.

 

Andrea Parlangeli
Andrea Parlangeli è fisico (PhD) e giornalista, caporedattore del mensile Focus. Appassionato di scienza, tecnologia e innovazione, nel 2019 ha conseguito un Executive MBA presso il MIP/Politecnico di Milano. Ha scritto diversi libri, tra cui Uno spirito puro. Ennio De Giorgi, genio della matematica (Milella 2015, Springer 2019) e Viaggio all’interno di un buco nero (StreetLib, 2019). È stato curatore di La nascita imperfetta delle cose (Rizzoli 2016) di Guido Tonelli, sulla scoperta del Bosone di Higgs, e La musica nascosta dell’universo (Einaudi 2018) di Adalberto Giazotto, sulla scoperta delle onde gravitazionali.

Il video

Le vibrazioni di una ragnatela trasformate in suoni, progetto di sonificazione realizzato al MIT di Cambridge, Usa (Ian Hattwick, Isabelle Su, Christine Southworth, Evan Ziporyn, Tomás Saraceno e Markus Buehler).

Primo piano

In evidenza

Il viaggio di Josway

Dal Pantheon di Roma al cuore delle stelle più estreme, cronaca dei primi dieci giorni di cammino di un sito appena nato.

Categorie più popolari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Recent comments